BERGAMO IN TAVOLA: SAPORI E PROFUMI DELLA NOSTRA TERRA…..

 

 

MARNE – FILAGO

 

Da giovedì 7 Settembre torna a Marne la sagra. I volontari in azione per prepararne 200mila: serviranno per finanziare l’asilo e anche altre opere parrocchiali..

 

 

casoncellibergamasca


 

 

I ravioli, tipici e ricercati di Marne (assaggiare per credere), vi aspettano da giovedì 7 settembre. Il ricavato servirà per fare pure del bene. Perché per mantenere le rette mensili della scuola dell’infanzia «Conti Colleoni» (135 euro per i residenti e 145 euro per gli esterni, il parroco don Adriano Bravi finanzia la scuola con i ravioli, che sono il piatto tipico proposto durante la sagra della festa patronale che inizia giovedì sotto la tensostruttura nell’area del centro parrocchiale.

«Tutta la comunità di Marne crede fortemente nella didattica e nel progetto educativo offerto in questo asilo ai propri figli – spiega il parroco –. Proprio grazie al “gruppo ravioli”, e ai volontari che aiutano durante la sagra, oltre all’asilo, «il tipico casoncello di Marne aiuta anche altre opere parrocchiali: l’anno scorso la sistemazione del tetto della casa del parroco e del cortile esterno al centro Parrocchiale. Quest’anno l’intervento al presbiterio, con la realizzazione di un altare nuovo e dell’ambone.

 

 

 

 

 

BERGAMO

 

A Bergamo vi aspetta la Trattoria Parietti. da oltre 40 anni sinonimo di qualità, semplicità, convivialità.

 

 

trattoriaparietti1


 

La Trattoria Parietti si trova a Bergamo, sul colle di Città Alta. Qui potrete gustare gli esclusivi piatti del ristorante in un ambiente accogliente e familiare. La Trattoria Parietti è da sempre il luogo ideale dove trascorrere momenti lieti in una atmosfera calda e accogliente ideale per tavolate in compagnia. L’ambiente del locale è molto caratteristico con pareti su cui sono rappresentati i paesaggi dei dintorni. La trattoria è tipica per cibi nostrani della tradizione bergamasca, ma potrete trovare piatti a base di pesce che potranno stupirvi.
Piatti ricchi, abbondanti, curati nella presentazione in un contesto tranquillo e sereno.
Cavallo di battaglia la mitica polenta taragna sempre accompagnata da carni tenere e ben cucinate. Il menu fotografico vi introdurrà in una calda atmosfera conviviale.
Il menù cambia in base alla stagionalità delle materie prime, sempre fresche!!!
Ottimo ristorante da abbinare ad una bella gita nella città Alta, ideale per ogni contesto di pranzo o cena.

 

Trattoria Parietti

Via C. Beltrami, 52 – Città Alta – Bergamo
Telefono e Fax: 035.221072

http://www.trattoriaparietti.eu
trattoria.parietti@gmail.com
Ci trovi anche su Facebook

Chiuso lunedì sera e martedì tutto il giorno

 

 

 

 

 

SCANZOROSCIATE

 

La 12ª edizione della Festa del Moscato di Scanzo vi aspetta dal 7 al 10 settembre 2017.

 

 

moscatodiscanzo1

 

La Festa del Moscato di Scanzo e dei sapori scanzesi si terrà dal 7 al 10 settembre 2017 a Scanzorosciate. Il  Moscato di Scanzo, pregiato passito a Denominazione di Origine Controllata e Garantita (l’unica della bergamasca e la più piccola d’Italia), sarà il protagonista indiscusso della manifestazione, nell’affascinante borgo storico di Rosciate.

I produttori associati alla Strada del Moscato di Scanzo proporranno  il proprio passito, oltre ad altri vini, miele, olio, formaggi e prodotti da forno, tutti provenienti dalle colline scanzesi, e non mancherà anche il prelibato gelato al Moscato di Scanzo.

La Festa inizierà giovedì 7 settembre con la simpatia del cabarettista e attore Leonardo Manera e lo spettacolo “Segnali di vita” e la partecipazione di alcuni giocatori dell’Atalanta.

Si continua venerdì 8 con la partecipazione delle atlete della Foppapedretti Volley e con lo spettacolo comico dell’artista bergamasco Il Vava77 “TOURnée  Söbet 2017”.

Sabato 9 appuntamento  con la tradizionale sfilata e con il Palio del Moscato di Scanzo, una gara di pigiatura dell’uva tra contrade, disputata dai bambini delle scuole materne di Scanzorosciate. Sempre per i più piccoli, dalle 17, ci sarà la possibilità di incontrare e vedere all’opera il fumettista Luca Rota Nodari, creatore della mascotte del Moscato di Scanzo, il Mosgatto e del suo fumetto. Alle 18:30, si terrà il consueto momento istituzionale con uno show-cooking nel teatro dell’oratorio di Rosciate, condotto dallo Chef della Nazionale Italiana Cuochi Francesco Gotti e lo Chef della Nazionale Italiana Cuochi Junior Andrea Tiziani, che vedrà protagonisti i prodotti delle Terre del Vescovado. Durante lo show-cooking il servizio per la degustazione del Moscato di Scanzo sarà gestito da ONAV Bergamo.

La mattina di domenica 10 grande appuntamento con la seconda edizione della “Moscato di Scanzo Trail”, gara di corsa tra colline, vigne e cantine di Scanzorosciate, alla scoperta di paesaggi mozzafiato (verrà proposta anche la “Moscato di Scanzo Family Walk”, versione non agonistica della corsa con un percorso più “soft”). Durante la mattinata ci saranno le tradizionali camminate guidate lungo gli itinerari della Strada del Moscato (su prenotazione), alla scoperta di borghi, chiese, vigne e cascine del suggestivo territorio di Scanzorosciate e dei luoghi del Moscato. Nel pomeriggio l’associazione culturale musicale RATAPLAM si esibirà in “Storie bergamasche cantate” e balli popolari, inoltre, nelle vie del borgo si terranno gli interventi teatrali a cura di ERBAMIL. Alle 18, in Piazza Alberico, si terrà in contemporanea mondiale il #Fencingmob 2017 – Flash mob di scherma, a cura di Scherma Bergamo.

Per tutta la durata della Festa, le vie del borgo saranno animate dai ritmi di 15 gruppi musicali che spazieranno dal rock al pop internazionale fino alla musica leggera italiana e alla nuova proposta di musica underground.

Dal cuore di piazza Alberico la Festa continuerà in via degli Orti, coinvolgendo sia la struttura scolastica sia il piazzale. Nel parco della scuola media l’Orto didattico più grande d’Italia, mentre nella struttura scolastica verranno proposti concerti, corsi e laboratori con FISAR (Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori), AIS (Associazione Italiana Sommelier) e il Laboratorio del Gusto con Slow Food Bergamo.

Presso l’orario di Rosciate, alcuni produttori associati alla Strada del Moscato e altri professionisti proporranno laboratori e corsi. Inoltre, presso la struttura scolastica, sarà allestita un’area bimbi, dedicata ai più piccoli, dove in tutta sicurezza potranno giocare e divertirsi, oltre ad incontrare gli animali della fattoria.

Per i visitatori della Festa del Moscato sarà presente, come ogni anno,  un ristoro principale con piatti tradizionali e grigliate, affiancato da altri 3 punti food dove sarà possibile fare spuntini e pasti veloci a base di prodotti locali.

La Festa del Moscato di Scanzo incontra l’arte: dopo il successo degli scorsi anni, la 12ª Festa del Moscato di Scanzo ospiterà una pluralità di linguaggi artistici all’interno del suggestivo borgo storico di Rosciate, con la direzione artistica dell’associazione Sotto Alt(r)a Quota. Forme artistiche che troveranno sede lungo le strade della Festa e nella quattrocentesca Chiesa di Santa Maria Assunta: “ABITARE L’INCONTRO” installazioni artistiche, “LE RUGHE SONO COME STRADE” mostra fotografica, “CINEMOSCATO” la proiezione su mura storiche di un film d’autore, “MOSCÁNS” l’inedito ed originale gioco da tavolo del Moscato di Scanzo. Non mancheranno anche in questa edizione i numerosi concorsi: addobbi case e vetrine e MoscaT-shirt, le magliette d’artista del Moscato.

Per la 12ª edizione, confermato il servizio navetta gratuito messo a disposizione dal Comune di Scanzorosciate in collaborazione con ATB, che permetterà ai visitatori di lasciare la macchina nei parcheggi convenzionati e di raggiungere comodamente la Festa (per maggiori informazioni www.festadelmoscato.it).


 

 

 

 

BERGAMASCA

 

Mercatini a chilometro zero, con stand espositivi di prodotti tipici agroalimentari, legati al ritorno alla natura, per assaporare i prodotti locali…

 

 

mercatinodelcontadino1


 

A BERGAMO nasce un coordinamento tra i produttori e i 27 mercatini che operano sul territorio a filiera corta.
La creazione di un sistema cibo, con un coordinamento tra produttori e aziende agricole e il censimento dei mercati che operano nella filiera corta in provincia di Bergamo: nasce con l’obiettivo di promuovere le proprie attività, sempre più diretta e aperta ai consumatori. Il Coordinamento dei mercati a filiera corta della bergamasca, frutto del lavoro che Comune di Bergamo, CORES dell’Università degli Studi di Bergamo e le organizzazioni dei mercati della provincia di Bergamo hanno intrapreso questo percorso per migliorare l’efficacia delle politiche agricole e di vendita a filiera corta sul territorio. Sono molti i mercati di questo genere a Bergamo e nel suo hinterland, ben 27. Di questi 27, 11 mercati hanno frequenza settimanale, 3 sono presenti a settimane alterne, 12 sono mensili; vi prendono parte almeno 160 produttori. Nella provincia di Bergamo sono censite ben 370 aziende agricole a filiera corta.

Promuovere i mercati è fondamentale per far conoscere le aziende del territorio bergamasco che, con il loro lavoro, tutelano l’ambiente e la salute dei cittadini. Sui banchi arrivano prodotti freschi, stagionali, in buona parte biologici. La presenza diretta del produttore permette di conoscere chi produce e con quali metodi, favorendo relazioni e fiducia tra consumatori e produttori.

 

Per vedere la mappa dei mercati a filiera corta presenti nella provincia di Bergamo guarda il sito e la mappa, clicca QUI

BERGAMASCA – 2017

 

Il Caravaggio» del caseificio Defendi è il taleggio più buono di tutti. A stabilirlo è stato il concorso «Cheese for people awards 2017»

 

 

taleggiodop1


 

 

Il Caravaggio» del caseificio Defendi è il taleggio più buono di tutti ed è stato premiato al concorso «Cheese for people awards 2017» che si è tenuto lo scorso 10 maggio all’interno della fiera «Tutto Food» di Milano. Il premio è andato al prodotto presentato dal caseificio «Defendi» di Vidalengo che ha sfidato all’ultimo assaggio due «colleghi» del territorio: Taddei di Fornovo e Arrigoni di Pagazzano.

«Abbiamo presenziato alla fiera, che si tiene ogni due anni a Milano, con uno stand – ha spiegato Iris Defendi – e in aggiunta abbiamo partecipato al concorso “Cheese for people awards 2017”, organizzato con la collaborazione di Unes e Viaggiator Goloso. Siamo stati molto contenti del risultato raggiunto. La soddisfazione è tanta come l’impegno che ci mettiamo ogni giorno per realizzare un prodotto di qualità». Il caseificio Defendi è stato premiato dal buyer di Unes Enrico Moda con l’Ad Mario Gasbarrino per il suo ottimo taleggio «Il Caravaggio».

Da oltre 150 anni il caseificio Defendi propone una produzione di taleggio, gorgonzola, prodotti ottenuti con latte di bufala, prodotti bio e delattosati.

 

 

BERGAMASCA – 2017

 

Gambero Rosso ha messo on line la sua celebre guida: sono 550 quelle recensite in tutta Italia e 9 sono bergamasche.

 

 

pasticceria1


 

 

Per tutti i golosi è arrivata la guida del Gambero Rosso dedicata alle pasticcerie e le loro dolci creazioni.

 

Tutte le migliori pasticcerie d’Italia 2017 sono state seòezionate dal Gambero Rosso cje le ha messe in rete. 550 sono quelle inserite nella celebre guida che ogni anno diventa un must per gli addetti ai lavori o per i golosoni. I locali scelti e selezionati vengono contraddistinti da una, due o tre torte secondo il grado d’eccellenza, con un punteggio finale espresso in centesimi. I punti a disposizione sono così ripartiti: 80 per la pasticceria, 10 per il servizio e 10 per l’ambiente. Nel giudizio finale contano fattori quali l’esposizione, l’assortimento, l’innovazione, i prezzi, la composizione, il personale, il packaging e la presenza o meno di vini da dessert.

E quante sono quelle citate dal Gambero Rosso nella Bergamasca? Nove in tutto.

La Cortinovis di Ranica porta a casa le pregiatissime 3 torte (e 90 punti). La pattuglia delle 2 torte vede la Cavour di Città Alta (86 punti), la Morlacchi di Zanica (86), la Pasqualina di Almenno San Bartolomeo (86), Gamba di Dalmine (81) e Melograno di Madone (77). Giosuè di Montello (75) e la Locatelli di Bergamo (75) conquistano una torta. La nona pasticceria citata nella Bergamasca è Giovanni Pina di Trescore Balneario.

 

Se volete scoprirle, cliccate qui.